Gli abiti da sposa più famosi della storia. Ecco i vestiti diventate delle icone

Il vestito da sposa è ciò che rende ogni matrimonio memorabile, resta impresso su foto e video per sempre ed è ciò che divide maggiormente le opinioni degli invitati.
Ci sono però abiti che restano nella memoria di tutti non solo perché indossati da personaggi famosi ma soprattutto perché hanno una storia speciale e hanno avuto la capacità di interpretare uno stile preciso diventando in questo modo delle icone assolute della moda.
Ho fatto una selezione degli abiti che nessuno può dimenticare e che non hanno ancora perso il potere di farci sognare.

Wallis Simpson

Protagonista di uno dei matrimoni più chiacchierati dell’epoca, Wallis Simpson era una donna già divorziata, non più giovane ma dal fascino indiscutibile che fece perdere la testa al Duca di Windsor Edoardo VIII che per poterla sposare decise addirittura di abdicare.
Il matrimonio ebbe luogo in Francia il 3 giugno del 1937 allo Chateau de Candé in via del tutto privata e fu una cerimonia raffinatissima.
L’abito di Wallis Simpson fu disegnato da Mainbocher ed era molto semplice, dalla linea scivolata in crepe di seta color carta da zucchero abbinato a una giacchina a maniche lunghe. Il dettaglio più particolare è una cucitura a zig zag sul retro dello scollo dell’abito aggiunta in seguito e che pare simboleggiare la guarigione da una ferita.

Jacqueline Bouvier

L’abito indossato da Jacqueline Bouvier per il matrimonio con John F. Kennedy spicca per la sua classicità.
Il vestito fu disegnato da Ann Lowe, una stilista afroamericana che aveva disegnato molti abiti da sera per le signore newyorkesi ma tutto sommato poco conosciuta.
Il corpino aveva uno scollo a barchetta e la gonna ampia in taffetà era decorato da motivi di stoffa modellata a cerchi adornati da piccoli fiorellini di cera, tutto completato da guanti bianchi e il velo della nonna di pizza veneziano, che già indicavano la capacità di Jackie O di mischiare l’antico con il moderno.

Grace Kelly

L’abito da sposa di Grace Kelly è il simbolo di una favola che diventa realtà. La bellissima attrice hollywoodiana, ancora oggi indimenticata icona di grazia ed eleganza, sposa del principe azzurro Ranieri III di Monaco nel 1956 presso la Cattedrale dell’Immacolata Concezione di Monaco.
L’abito fu disegnato da Helene Rose e donato dalla casa di produzione MGM che già fece lo stesso con Elisabeth Taylor.
Il vestito aveva una composizione piuttosto complessa essendo formato da una lunga gonna di satin di seta e un sottogonna creato con 100 metri di tulle collegato a un sottocorpino completato da un corpino accollato e a maniche lunghe di antico pizzo belga decorato da perle di fiume.

Yoko Ono

Coppia simbolo degli anni Sessanta hanno saputo trasmettere il loro spirito anticonvenzionale e rivoluzionario anche nel loro matrimonio affermandosi icone di quell’epoca indimenticata.
Si sposano a Gibilterra nel 1969 entrambi in total white, Yoko Ono indossa un minidress, scarpe da tennis con calzettoni fino al ginocchio, largo cappello in feltro e ampi occhiali da sole che non toglie neppure durante la cerimonia.
Ci insegna che ci si può sposare in tanti modi, ognuno rispettoso del proprio modo di essere senza dover incontrare i desideri degli altri.

Kate Middleton

Uno dei matrimoni più importanti in epoca moderna è stato senza dubbio quello di Kate Middleton con il principe William nel 2011. Un evento mediatico mondiale che ha attirato le attenzioni di tutti soprattutto sull’abito della sposa.
Disegnato da Sarah Burton, direttore creativo di Alexander McQueen, ricorda molto lo stile dell’abito di Grace Kelly aggiungendo – se possibile – ancor più principesca sontuosità .
Il tessuto è in satin di gazar in grado mantenere la forma della gonna senza cedere al peso stesso della stoffa e per aiutare ad affinare il punto vita sono stati inseriti dei cuscinetti attorno ai fianchi.
Il corpino è totalmente ricamato dalla Scuola Reale di Ricamo di Inghilterra e per non rovinare la delicatissima stoffa le sarte cambiavano l’ago ogni 3 ore e si lavavano le mani ogni mezz’ora!
La gonna ha uno strascico lungo 2,70 metri e quando la sorella Pippa lo alza per aiutarla a entrare in chiesa si nota che anche il sottogonna è totalmente ricamato, ogni dettaglio è stato impreziosito e curato il tutto per un costo che non è mai stato reso noto.

Carrie Bradshaw

Non è stato realmente celebrato, ma non si può negare che il matrimonio tra Carrie Bradshaw e Mr. Big abbia fatto sognare molte di noi.
Il vestito firmato da Vivianne Westwood segna tra l’altro il suo ingresso nelle collezioni bridal nel 2007 è creato in satin di seta color avorio, con un corpino dallo scollo a punta impreziosito da un gioiello brillantissimo e la gonna ad ampissime balze il cui volume è dato da nuvole di tulle.
L’eclettico stile Westwood si riconoscere dai particolari, il velo in tulle color cipria è fissato al capo da un uccello impagliato alquanto originale.
Solo Carrie avrebbe potuto indossarlo con tanta naturalezza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 + dieci =