Come si dividono le spese matrimoniali?

L’organizzazione di un matrimonio è un delicato equilibrio tra desideri, bisogni e pianificazione economica. Perché tutto funzioni perfettamente senza attriti è ottima regola stabilire fin dall’inizio quale sarà la divisione delle spese di matrimonio in modo che entrambe le famiglie degli sposi e gli stessi fidanzati partecipino in maniera equa all’impegno economico.
Negli ultimi anni, vista anche la tendenza a convivere prima del matrimonio, si preferisce dividere il budget in parti uguali. in quanto i futuri sposi hanno già provveduto all’acquisto della casa e dell’arredamento.
Per chi volesse procedere secondo le indicazioni del galateo le regole da seguire sono precise e consentono di non incappare in errori e incomprensioni.

Spese matrimoniali della famiglia della sposa

Abito della sposa
E’ una spesa che spetta tradizionalmente alla famiglia di lei perché deriva dall’ usanza di far indossare il vestito della madre alla figlia anche se ora è sostituita dal comprare un vestito nuovo su misura.
PARTECIPAZIONI E BOMBONIERE

Tutte le partecipazioni sia alla cerimonia che al ricevimento – e i rispettivi biglietti di ringraziamento – sono a carico della famiglia della sposa che dovrà acquistare anche le bomboniere e i confetti da dare a tutti gli invitati.

Addobbi floreali e decorazioni
Tutti gli addobbi floreali devono essere acquistati dalla famiglia della sposa, sia le decorazioni in Chiesa, che gli addobbi per la location del ricevimento. Sono da comprendere in questa spesa anche i centrotavola, i backdrops per le foto e le decorazioni dell’auto che porta la sposa in Chiesa. Deve provvedere anche alle offerte per la Chiesa, il coro e l’intrattenimento.
Ricevimento
La famiglia della sposa deve far fronte alla spesa del ricevimento inteso come costo per tutto il cibo da servire agli invitati di entrambe le famiglie. Non si esclude quindi la torta nuziale ma il costo dell’affitto della location non è compreso.
Servizio fotografico

Tutto ciò che concerne il servizio fotografico è a carico della sposa e copre tutta la spesa per servizio video e foto.

Abiti delle damigelle e dei paggetti
Gli abiti di tutte le damigelle devono essere scelti e pagati dalla sposa che avrà anche il compito di occuparsi dei vestiti dei paggetti, eventualmente ci fossero.
Corredo
Come da tradizione la sposa deve avere il corredo di matrimonio che una volta era preparato con cura da tutte le donne della famiglia. Ora la modalità è cambiata, ma la spesa spetta sempre a alla famiglia di lei.

Spese matrimoniali della famiglia dello sposo

Anello di fidanzamento e fedi nuziali
La spesa per l’anello di fidanzamento spetta ovviamente allo sposo o alla sua famiglia, in quando è tradizionalmente lo sposo a fare la proposta di matrimonio. Si occuperà anche delle fedi nuziali che però vengono scelte sempre più spesso come regalo da parte del testimone.
Auto per gli sposi e invitati
La famiglia dello sposo si occuperà dell’auto usata per la cerimonia e di programmare tutti gli spostamenti degli invitati che non hanno un mezzo proprio e vengono da fuori città.
Abito dello sposo
Lo sposo deve acquistare il proprio abito e provvedere alle eventuali decorazioni per il suo taschino e quello dei testimoni di nozze.
Bouquet

La tradizione prevede che il bouquet debba essere donato dalla suocera alla futura nuora, ma il galateo non ne fa menzione specifica comprendendo la spesa negli addobbi floreali. Regolatevi secondo le usanze delle vostre famiglie.

Casa
La famiglia della sposa si occupa della maggior parte delle spese di matrimonio, ma alla famiglia di lui tocca il compito dell’acquisto del nido coniugale. L’arredamento spetta sempre allo sposo a parte la camera da letto che dovrà essere acquistata dalla sposa.

Credits: PinterestNozzeadvisor.it 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 × due =